Di mese in mese i lavori carnivori

Di mese in mese illustro i lavori del "giardiniere carnivoro".

di Rita Corino

Di mese in mese illustro i lavori del "giardiniere carnivoro" e man mano che procedono i lavori con le mie piante li descrivo nel mese appropriato. L'articolo è quindi in continuo divenire: un anno carnivoro in dodici puntate! 

(TAG: drosos, drosos.it, rita corino, coltivazione piante carnivore, Dionaea, muscipula, Drosera, Sarracenia, Roridula, Drosere pigmee, Drosere tuberose, Pinguicule messicane, Heliamphora, mensile, autunno, primavera, estate, inverno, riposo, rinvasi, semine, talee, acqua osmosi.)

Gennaio:

  • A fine mese inizio i rinvasi delle dionee.
  • La Roridula gorgonias è in piena fioritura.
  • I Drosophyllum seminati in autunno stanno sviluppando le prime foglie.
  • Inizio l'odioso rinvaso delle sarracenie.

Febbraio:

  • Anche la Roridula dentata è fiorita copiosamente.
  • Ormai è finita la produzione di gemme da parte delle drosere pigmee.
  • Fanno capolino i primi fiori di Sarracenia, l'inverno 2013-2014 è stato mite e sembra già di essere in primavera inoltrata.
  • In questo mese divido Sarracenia e Dionaea, saranno pronte in aprile per scambiarle con altri coltivatori.
  • In questo periodo rinvaso le heliamphore che coltivo in terrario.

Marzo: 

  • Iniziano a fiorire le prime pinguicule messicane e le prime drosere pigmee; la prima pigmea a fiorire è stata proprio la mia preferita: Drosera citrina che con i suoi fiorellini gialli cerca di competere con le mastodontiche Sarracenia flava anch'esse di gialla fioritura.
  • Continua il tremendo rinvaso delle sarracenie, con il clima piu' caldo inizio anche a spostarne qualcuna fuori dalla serra.
  • Le drosere tuberose sono al massimo della forma e le fioriture davvero molto copiose.
  • Ho finito il controllo delle drosere tuberose, i cui semi (dell'anno precedente) si sparpagliano eccessivamente in altri vasi aumentando il rischio di mischiare le specie ed in questo momento di fioritura e foglie ben sviluppate è più facile per me distinguere con sicurezza le specie. Purtroppo è anche il momento del censimento di quei tuberi che non hanno più fatto capolino.
  • Ormai riempio copiosamente d'acqua i sottovasi di quasi tutti i generi, soprattutto dionee e sarracenie.
  • Quest'anno ho seminato Drosophyllum anche in primavera. Non ha mai smesso di fiorire in inverno (complice il clima mite) quindi ho semi freschi da usare.

Aprile:  

  • Raccolgo i semi delle drosere tuberose, che iniziano a seccare la parte aerea ed a prepararsi per il riposo estivo.
  • Fiorisce la Drosera regia
  • Sistemo i vasi delle pinguicule messicane: ripulisco dalle infestanti e dal muschio che potrebbe limitare la crescita delle piccole pinguicule.
  • Gli ovari di Roridula si stanno gonfiando, segno che l'impollinazione ha avuto esito positivo.

Maggio:

  • Continua la fioritura della Drosera regia.

Giugno:

  • Raccolgo i semi delle due specie di Roridula che dopo lungo tempo sono pronti e li semino immediatamente.
  • Raccolgo copiosamente i semi del Drosophyllum da adesso e per tutta l'estate.
  • A fine mese, o comunque con l'arrivo del grande caldo, la serra si fa molto calda ed ho notato che Drosera regia, Darlingtonia e Cephalotus ne patiscono, quindi li sposto all'aperto in modo che siano ombreggiati nelle ore centrali della giornata. 

Luglio:

  • Quasi un mese di vacanza per il giardiniere carnivoro. Mi assicuro solo che dionee e sarracenie siano adeguatamente bagnate.
  • Tra fine giugno e inizio luglio cerco tra gli appassionati nuovi semi o tuberi delle specie tuberose delle drosere australiane. Questo è un buon momento per i nuovi acquisti.
  • Forse non sono riuscita ad impollinare D. regia, ma raccolgo comunque i fiori secchi. Purtroppo i fiori si aprono nelle ore centrali della giornata ed io non sono a casa.

Agosto:

  • A fine mese invaso i tuberi delle drosere tuberose ed eventualmente semino nuove specie. 
  • A fine mese inizio a bagnare nuovamente i vasi delle drosere tuberose. 
  • nel 2014 la R. dentata è cresciuta molto fino a toccare il tetto della serra. L'ho quindi tagliata e provato a fare delle talee che ho messo in sfagno.

Settembre

  • Ad inizio mese diminuisco le bagnature per dionee, sarracenie (tranne Sarracenia leucophylla ed i suoi ibridi), drosere pigmee e pinguicule messicane.
  • Al contrario inizio a tenere più umidi i vasi con le drosere tuberose che devono iniziare a lavorare; una volta la settimana bagno bene dall'alto i vasi delle tuberose che adesso sembrano vuoti.
  • Raccolgo a go-gò i semi di alcune drosere: gruppo Drosera filiformis, Drosera ultramafica, Drosera anglica. L'immancabile Drosera capensis di cui faccio molte bustine da regalare ai neofiti.
  • Raccolgo i semi di Pinguicula lusitanica e gli ultimi semi di Drosophyllum lusitanicum.
  • Preparo 45 vasi per le drosere pigmee, quest'anno (2013) rifaccio tutti i vasi. Uso un composto al 50% torba di sfagno e 50% perlite.
  • A inizio mese semino e metto a dimora le nuove specie di drosere tuberose. Preparo i vasi con 1/3 di torba di sfagno, 1/3 di perlite ed 1/3 di sabbia di quarzo a grana fine.
  • Preparo le semine di Drosophyllum lusitanicum: tengo a bagno in acqua i semi per 48 ore e semino su substrato composto da 1/3 di torba di sfagno, 1/3 di perlite ed 1/3 di sabbia di quarzo a grana media.

Ottobre: 

  • Tolgo l'acqua dai vasi delle pinguicule messicane.
  • Le prime drosere tuberose si sono fatte vive! Altre mi stanno ancora facendo aspettare con grande ansia! Forza! Hanno iniziato a vegetare i tuberi mentre le semine sono ancora indietro.
  • La prima drosera pigmea che produce le gemme è sempre la Drosera citrina. Ho quindi iniziato il lavoro di rifacimento di tutti vasi delle drosere pigmee, sarà un problema gestire le etichettature tra vasi vecchi e nuovi e decidere cosa fare dei vecchi vasi. Valuterò nei prossimi mesi.
  • Inizio a ripulire dionee e sarracenie dalle prime trappole secche. Cerco di tenerle il più pulite possibile dato che in questo periodo il clima è umido e muffe e le marcescenze sono dietro l'angolo.
  • Solitamente in estate porto fuori dalla serra circa la metà dei vasi di Sarracenia, inizio con calma a riportarle in serra. Preferisco che stiano in serra in inverno anche se sono piante da clima temperato poiché in inverno mi è molto difficile controllare l'eccesso di acqua nella mia zona anche fortemente nebbiosa.
  • Sono nati i primi Drosophyllum seminati in Settembre.

Novembre:

  • E' un tripudio di gemme di drosere pigmee, inizio quindi a riempire tutti i nuovi vasi (per il ripristino del 2013) specie per specie.
  • Le drosere tuberose sono già in ottima forma.

Dicembre:

  • Continuo a "rimpolpare" i nuovi vasi per le gemme delle drosere pigmee.
  • Inizio le talee delle pinguicule messicane che ormai hanno formato la rosetta invernale.
  • La Roridula gorgonias sta iniziando a fiorire.
 
Nota importante: io vivo in Nord Italia, quindi i riferimenti temporali e climatici sono relativi alla mia zona.


Drosos.it di Rita Corino